PIEVE DELLA CHIASSA. Una chiesa vicino

ad Arezzo, città d'arte toscana che puoi conoscere dettagliatamente con questo sito

Italiano
English
Deutch
Italiano
Pieve Chiassa Superiore

TI PUO' INTERESSARE

Visita Arezzo. Città di origine etrusca

Arezzo, Piazza Grande

La vicina Pieve di Sietina. Chiesa ricca di affreschi

Pieve di Sietina

Le pievi romaniche del Casentino

Pievi romaniche del Casentino

Le pievi romaniche del Valdarno

Pievi romaniche del Valdarno

33 immagini in sequenza della Pieve della Chiassa Superiore. Clicca per ingrandire

  • Pieve della Chiassa Superiore
  • Pieve della Chiassa Superiore
  • Abside Pieve della Chiassa
  • Architettura Pieve della Chiassa
  • Interno Pieve della Chiassa
  • Pieve della Chiassa
  • Pieve della Chiassa
  • Pieve della Chiassa
  • Affreschi Pieve della Chiassa
  • Pieve della Chiassa
  • Pieve della Chiassa
  • Pieve della Chiassa
  • Pieve della Chiassa
  • Pieve della Chiassa
  • Pieve della Chiassa
  • Pieve della Chiassa
  • Pieve della Chiassa
  • Pieve della Chiassa
  • Absidiola Pieve della Chiassa
  • Pieve della Chiassa
  • Affreschi del '400 nella Pieve della Chiassa
  • Affreschi del '400 nella Pieve della Chiassa
  • Affreschi del '400 nella Pieve della Chiassa
  • Colonne nella Pieve della Chiassa
  • Navate nella Pieve della Chiassa
  • Pluteo longobardo
  • Pluteo longobardo
  • Pulpito longobardo
  • Pieve della Chiassa
  • Pieve della Chiassa
  • Cristo in Pietà
  • Maestro della Madonna Straus
  • Pieve della Chiassa

La Pieve della Chiassa Superiore: uno scrigno d'arte.

Pieve Chiassa Superiore. ArteVisitare la Pieve della Chiassa Superiore intitolata a Santa Maria significa addentrarsi in luogo che per la poca luce presente (tipico delle pievi romaniche, ma qui ancora di più) trasmette fascino e al tempo stesso una certa suggestione.
La chiesa, come indica il suo nome, si trova in località Chiassa Superiore, qualche chilometro a nord di Arezzo, sulla strada che conduce ad Anghiari e alla Val Tiberina attraverso il Passo della Libbia.
La Pieve della Chiassa ha certamente origini paleocristiane. Tra questo periodo e la ricostruzione romanica databile tra il X e l’XI secolo nelle forme e dimensioni simili a quelle odierne, ha conosciuto l’influsso della cultura longobarda, ne sono testimonianza certe pietre scolpite inserite nei muri interni della chiesa. Ma in modo particolare ricorda i longobardi un pluteo dell’VIII secolo conservato nella navata di sinistra della chiesa.
La facciata della Pieve della Chiassa Superiore, che fa subito intuire come l’interno della chiesa sia diviso nelle classiche tre navate, è stata oggetto di un rifacimento negli anni Venti del Novecento. L’intervento riuscì a ben rispettare l’aspetto originale della facciata. Viceversa la riedificazione del campanilePieve Chiassa Superiore. Affreschi avvenuta nel XIX secolo fu un intervento abbastanza invasivo e deturpante l’aspetto originale della parte absidale dell’edificio.
Come accennato all’inizio, l’ingresso nella Pieve della Chiassa ci calerà in un’ambiente particolare. Appena le nostre pupille si saranno dilatate a sufficienza per poter vedere qualcosa in questo interno così poco illuminato, scorgeremo su pareti e pilastri molto dipinti, o frammenti di questi. Un esperto o un appassionato può passare diverso tempo a studiarseli, capirne il periodo, chi e cosa vi è rappresentato. Un vero tesoro d’arte, purtroppo molto deteriorato, conservato in questa pieve medievale che sembra essere stata progettata da Maginardo, l’architetto del primo duomo di Arezzo edificato sul colle del Pionta che rappresentava la residenza del vescovo feudatario della città.
Diversi affreschi conservati nella Pieve della Chiassa Superiore sono trecenteschi e vicini alla scuola di Spinello Aretino. I più pregevoli per la delicatezza delle figure sono quelli presenti nell’interno dell’absidiola sinistra: quattrocenteschi, sono molto vicini allo stile di Pier Della Francesca. L’architettura di questa chiesa, il pluteo longobardo e quasi tutti i dipinti qui conservati sono illustrati nelle foto della galleria di questa sezione.



Ilbelcasentino.it è una realizzazione di:
Alessandro Ferrini, 52010 Talla (AR) - P.Iva 01428280513
Tel. 339.4257840 - info@ilbelcasentino.it

Tutti i diritti riservati

Share this on Twitter Share this on Facebook Share this on Google Plus Share this on Linkedin