Paesi e luoghi del Pratomagno

sul versante casentinese e valdarnese. Li puoi conoscere in ogni dettaglio con questo sito

Italiano
English
Deutch
Italiano

TI PUO' INTERESSARE

I paesaggi e la natura del Pratomagno

I paesaggi e la natura del Pratomagno

Itinerari per trekking in Pratomagno

Itinerari per trekking in Pratomagno

Le Pievi romaniche del Casentino

Le Pievi romaniche del Casentino

Le Pievi romaniche del Valdarno

Le Pievi romaniche del Valdarno

25 immagini in sequenza dei paesi del Pratomagno accuratamente descritte. Clicca per ingrandire

  • Mappa borghi Pratomagno
  • Montemignaio
  • Pieve di Montemignaio
  • Cetica
  • Bagni di Cetica
  • Pieve di Strada
  • Quota di Poppi
  • Raggiolo
  • Carda
  • Pieve a Socana
  • Faltona
  • Capraia
  • Badia Santa Trinita
  • Pontenano
  • Anciolina
  • La schiacciata di Chiassaia
  • Pieve di Gropina
  • Abbazia di Soffena
  • Pieve di Scò
  • Pieve di Cascia
  • Trappola
  • Poggio di Loro
  • Rocca Ricciarda
  • Saltino
  • Vallombrosa

Tesori inaspettati nei borghi del Pratomagno

Il Pratomagno non è solo il suo celebre quanto meraviglioso tappeto erboso posto sul suo lungo crinale che offre colori e panorami che a volte hanno dell'incredibile. Il Pratomagno non è solo verdi boschi di castagno, faggio e abete, freschi fossi e torrenti, fiori dai mille colori. Il Pratomagno è anche storia, arte, architettura, tradizioni, folklore. Queste situazioni sono proprie dei molti borghi e paesini posti sulle pendici del grande massiccio, sia su quelle casentinesi che valdarnesi. Luoghi che nella maggior parte dei casi hanno origini medievali o anche più antiche. Centri una volta fortificati ci mostrano ancora testimonianze dei castelli che vi erano presenti. Camminare nei borghi e nei vicoli di questi paesini ci fa incontrare un'architettura armoniosa, capace di rilassare il nostro spirito e di presentarci testimonianze di una storia lontana e vicina. Questi centri hanno spesso delle piccole chiese che sono dei gioielli architettonici, non solo, visitandole è molto probabile vi troveremo opere d'arte di alto valore artistico, da pregiatissimi fondo oro del Quattrocento, a crocifissi lignei dello stesso periodo, rinascimentali e posteriori, opere in terracotta, interessanti tele del sei settecento. Tutte espressioni artistiche che al di la del loro valore intrinseco, hanno un valore storico perché s'interconnettono (oggi si potrebbe usare il termine interfacciano) con la storia e le vicende di quel luogo, vicende appartenenti a un passato a volte remoto, ma a volte molto vicino a noi.
Questi borghi sono spesso teatro di eventi folkloristici che non inventano niente, traggono spunto dalle tradizioni, dagli antichi mestieri, dai prodotti che furono, e in certi casi sono, di questi luoghi.
Le foto di questa sezione web ci faranno compiere un viaggio virtuale in questi borghi e luoghi che hanno un'altitudine tra i cinquecento e i mille metri. Un itinerario che se tracciato su una mappa risulterà un'ellisse intorno al Massiccio del Pratomagno. Allargando di poco l'ellisse e scendendo di poco di quota il nostro itinerario andrà a toccare alcune delle famose pievi romaniche del Casentino e del Valdarno. Questo viaggio virtuale partirà da Montemignaio, sulle pendici casentinesi più a nord del Massiccio del Pratomagno e muovendosi in senso orario terminerà molto vicino al punto di partenza, la famosa Abbazia di Vallombrosa. Nel suo percorso incontrerà Cetica, la Pieve di San Martino a Vado a Strada in Casentino, Quota nel Comune di Poppi, Raggiolo, Carda, la Pieve di Sant'Antonio a Socana, Faltona, Capraia, i ruderi dell'Abbazia di Santa Trinita, Pontenano, Anciolina, Chiassaia, la Pieve di Gropina, Poggio di Loro, Rocca Ricciarda, La Trappola, l'Abbazia di Soffena a Castelfranco, La Pieve di Santa Maria a Scò, La Pieve di Cascia di Reggello, Saltino e per finire Vallombrosa, come già detto sopra.
Questi luoghi, dai più vicini ai più lontani tra loro, (oggi tutti raggiungibili comodamente in auto) erano tutti collegati da strade che andavano a creare un incredibile intreccio viario sul massiccio. Per questo motivo il Pratomagno si può tranquillamente definire la montagna che divide e unisce Casentino e Valdarno.



Ilbelcasentino.it è una realizzazione di:
Alessandro Ferrini, 52010 Talla (AR) - P.Iva 01428280513
Tel. 339.4257840 - info@ilbelcasentino.it

Tutti i diritti riservati

Share this on Twitter Share this on Facebook Share this on Google Plus Share this on Linkedin